Il pellet di legno nasce nel 1973 negli Stati Uniti, quando, a seguito della crisi petrolifera, un ingegnere mise a punto questo nuovo tipo di combustibile legnoso. Ideato inizialmente per l’impiego industriale, ben presto venne immesso sul mercato delle caldaie domestiche che stava registrando una rapida espansione. Nei primi anni ’80, negli Stati Uniti e in Canada, nascono i primi insediamenti industriali per la produzione e utilizzo di pellet a scopi energetici.

In Europa, e di conseguenza in Italia, la produzione e l’utilizzo del pellet per il riscaldamento ha una storia molto più recente. Basti pensare che 10-15 anni fa, il pellet costituiva ancora un mercato di nicchia.

Oggi, è invece considerata una soluzione economica, sicura ed ecologica. E alla portata di tutti. Rispetto alla legna, inoltre, il pellet ha delle caratteristiche che lo rendono di gran lunga più performante e sostenibile. Oltre a una semplicità di utilizzo e di stoccaggio decisamente maggiore.